MARTANO, MATERA, RIMINI

Domenica 31 marzo. Una domenica di inizio primavera che è stato quasi un anticipo d’estate in tutta la Penisola, con i nostri atleti impegnati in più latitudini.

A Martano, in occasione del Cross della Grecìa Salentina, i nostri piccoli atleti del settore giovanile (nella foto in copertina) hanno svolto la loro seconda uscita stagionale. Grande soddisfazione, ragazzi straordinari, non c’è che dire, con gran parte del merito che va a chi li segue e li istruisce durante gli allenamenti serali, in primis Alessandro e il coach Gino, ben coadiuvati da Daniele, Miriam e Lorenzo.

E i risultati parlano chiaro: nel Cross primo posto per Morena COLONA nei 500 m, secondo posto per Ilary RICCARDO e terzo per Marco FIORITO nei 1500 m, (tutti e 3 erano alla seconda gara dell’anno ), debutto e premiazioni nella Corsa Campestre per Sara VERGARO e Sofia VERGARO, (rispettivamente seconda e terza). Buone prestazioni anche per gli altri: seconda gara per Fabrizio MASCIULLO, Federico PASCA, Alessia ROMANO, Marco ROMANO, debutto per Niccolò COSTA, Marco PAPPADA’, Giuseppe RICCARDO, Alberto VINCENTI ed Aurora VINCENTI.

Sempre a Martano una grande soddisfazione è venuta anche da una debuttante del settore Master, vale a dire Martina FONSECA (nella foto sotto), per lei debutto col podio, terza nella categoria SF

fonseca mar

 

Gli altri nostri runners presenti erano Luciano PANICO, Mauro NEGRO, Arcangelo NEGRO, Marcello NEGRO, Alessandro MERAGLIA, Rocco Antonio D’Amico, e un altro debuttante, Roberto ORLANDO.

Era anche la domenica dei Vivicittà, la manifestazione organizzata dall’UISP in varie città italiane. I “nostri” atleti, due in tutto, hanno scelto Matera, per la precisione Vittorio BELLUCCI e Sonia PASCA, anche qui come si vede dalla foto tanto sole nella splendida cornice dei ben noti Sassi.

matera

E sotto il sole di Riccione un’altra Maratona per Massimo COSTANTINI, la Rimini Marathon, che con partenza e arrivo da Rimini ha interessato le varie località della riviera adriatica, (Riccione compresa). Organizzazione perfetta e tanto calore, atmosferico e della gente, bagnanti compresi. Da rifare.

Domenica 7 aprile si torna sulle nostre strade con una novità, la “Casarun 2019” di Km 9,5 a Casarano, organizzata dall’ASD Saracenatletica.

M.C.

>>>>>CLASSIFICA MARTANO BAT. 1

>>>>CLASSIFICA MARTANO BAT.2

>>>>CLASSIFICA MARTANO BAT.3

>>>>CLASSIFICA VIVICITTA’ MATERA

>>>>CLASSIFICA RIMINI MARATHON

 

 

 

Pisa e Corigliano D’Otranto

16 dicembre 2018. Siamo ormai giunti ai botti finali che salutano il 2018. Nel Salento va di scena la HALF MARATHON DELLA GRECìA SALENTINA.

Nel resto d’Italia, tra le manifestazioni ufficiali Fidal, si corre la Maratona di Pisa, che ha visto la presenza di un nostro atleta.

Quello che accomuna tutti e 2 gli eventi è il numero della edizioni a cui sono giunti: per entrambi la ventesima edizione.

Partiamo proprio dalla città toscana, dove il nostro Rocco MORELLO, a meno di un anno dal giorno in cui ha voluto vestire la nostra maglia, corre la sua prima maratona. Nella città in cui vive, non mancano certamente le occasioni per mettersi alla prova, e non si è fatta sfuggire la più importante (foto in copertina).

Buona la prima… la distanza dei 42195 metri viene coperta in 3 ore e 52 minuti, che gli valgono la quinta migliore prestazione sulla distanza dei nostri atleti nel 2018.

IMG-20181216-WA0040
Andrea MASSARO

Circa 800 gli atleti iscritti alla mezza maratona di Corigliano.  Per i nostri atleti salta subito all’occhio il “ruggito” di Andrea MASSARO.  Stavolta nessun problema fisico e la sua amata tramontana, gli hanno consentito di dare un piccolo saggio delle sue potenzialità. Record personale migliorato di ben 5 minuti.  Siamo convinti avrà breve durata e che sarà aggiornato diverse volte!

Alla fine sono 16 gli atleti della nostra squadra che tagliano il traguardo. Gara che sancisce un po di rientri…

A tre mesi dalla sua ultima gara, Roberta FRISULLO riprende da dove aveva lasciato: dalla palco delle premiazioni. La sua ottava quest’anno, è lei la nostra atleta più premiata quest’anno!

Roberta FRISULLO
Roberta FRISULLO

Dopo 7 mesi indossano nuovamente un pettorale Vittorio BELLUCCI e Sonia Pasca, accompagnati in questa gara da Daniele D’AMICO.

Rientro per il nostro IRON MAN Andrea MITA, terza gara con la nostra maglia, ma sappiamo che la sua attività nello sport va ben oltre la disciplina che pratica insieme a noi.

Al fascino della Mezza di Corigliano non hanno saputo resistere neanche Salvatore PELLEGRINO e Lucia CAVALLO.

E in fine spazio ai nostri irriducibili, a coloro che hanno sudato e macinato km in gare per 12 mesi! Reduce dalla Maratona del BAROCCO (la sua prima esperienza nella distanza), Biagio PANICO cerca di ritrovare la sua forma ideale.

Sempre nel contesto annuale, secondi “migliori risultati” per Marcello NEGRO, Arcangelo NEGRO, Luciano PANICO e Massimo COSTANTINI (già matematicamente ATLETA DELL’ANNO della nostra squadra per il secondo anno consecutivo).

Mauro NEGRO, Alessandro MERAGLIA e Rocco Antonio D’AMICO corrono le rispettive migliori mezze maratone del 2018.

Ora arrivano le feste natalizie, ma le gare non vanno mai in vacanza e ormai non esiste nessuna forma di pausa!

Il 23 dicembre e il 30 dicembre si concludono le tapper SALENTO GOLD rispettivamente ad ARNESANO e OTRANTO.

>>CLASSIFICA PISA

>>CLASSIFICA CORIGLIANO

 

Maratonina dei Due Borghi

19 agosto 2018

Dopo la breve pausa di ferragosto, riprende l’attività agonistica con 2 gare in questo week end.

Sabato 18 a Mancaversa, marina di Taviano, c’erano il palio i titoli provinciali di staffetta sulla distanza dei 1500 metri, per le squadre assoluti e master. Titoli andati alla SARACENATLETICA per il settore master maschile, ai giovani della BPP per il settore assoluti maschili, alla PODISTICA PARABITA per il settore master femminile e ai CAVALLI DI RAZZA per la mista Master.

La nostra società si è presentata con una squadra, per sola rappresentanza . Abbiamo il debutto del giovane Mattia SOLIDORO, accompagnato alla sua prima avventura dal Rocco Antonio D’AMICO, Andrea MASSARO e Alessandro MERAGLIA.

Domenica 19 si passa sulla parte opposta della sponda peninsulare Salentina. Ad Uggiano la Chiesa si corre l’11ma tappa del circuito SALENTO GOLD.

Presenza di prestigio e vittoria per Giammarco BUTTAZZO del CASONE NOCETO. Al femminile ancora affermazione per Stefania SCATIGNA della SALENTO IS RUNNING, a dimostrazione del suo ottimo stato di forma attuale.

11 i nostri atleti presenti. Siamo quasi al giro di boa delle 23 tappe del torneo, e Luciano PANICO è nella top ten della classifica generale. Anche ieri ha recitato il ruolo del nostro portacolori…primo del gruppo a tagliare il traguardo e immagine di copertina meritatissima per questo atleta che anche quest’anno sta offrendo una stagione impeccabile su tutti i fronti!

Desirè DeSalvo (foto di NGM PH)
Desirè DeSalvo (foto di NGM PH)

Terza gara e seconda premiazione per Desirè DE SALVO. La dodicesima posizione tra del donne, le vale il secondo posto di categoria.

 

 

 

Rocco Morello (foto di NGM PH)
Rocco Morello (foto di NGM PH)

Alle conferme di Emanuele DE MICHELI e Arcangelo NEGRO, si aggiunge la sorpresa Rocco MORELLO. Buona la prestazione di tutti e tre.

Decima gara del 2018 per Marina CASARANO, quattordicesima per Tamara SANTORO. La lista delle nostre ragazze viene completata da Maria Lucia VANTAGGIATO.

Presenti anche Massimo COSTANTINI e Alessandro MERAGLIA, entrambi timbrano la 25ma presenza in gare ufficiali nel 2018.

Domenica prossima ritorna la SALENTO TOUR a Cursi, per la prima volta nel centro famoso per la produzione in manufatti di pietra leccese, per la quinta edizione della StraCursi.

La SALENTO GOLD ritorna giovedì 6 settembre con una gara a crono a SALICE SALENTINO.

Nell’intermezzo ci sarà l’evento pugliese dell’anno: ad Alberobello si corre, tra i caratteristici trulli, la gara valevole come campionato nazionale di corsa su strada per categorie assolute e master di società.

CLASSIFICA MANCAVERSA

CLASSIFICA UGGIANO

Trofeo Ciolo 2018 – Aspettando il mondiale del 2019

Gagliano, lì 17 Giugno 2018

Start gara 17 Giugno 2018 –Programma partenze scaglionate: totale partecipanti che hanno concluso la gara: atleti 337:

  • Ore 09.15: 1^ manche Allievi e Juniores: un giro per circa 4 km – tot. 5 partecipanti;
  • Ore 09.15: 2^ manche: Donne, SM60 ed oltre: 2 giri per un totale di 8.3 km. – tot 107 partecipanti;
  • Ore 10.30: 3^manche: Categoria Senior da SM a SM 55: 3 giri per km.11.650 – tot.225 partecipanti.

 

Giornata memorabile oggi per i 337 coraggiosi atleti che hanno chiuso  la gara al Ciolo:

3^ manche delle h. 10.30:

Alle ore 09.28 arriva la comunicazione di servizio che la partenza dell’ultima manche deve essere anticipata per avverse condizioni meteo in arrivo ma, fortunatamente , il temporale giunge solo a fine gara e scampiamo però solo ad un ostacolo, anche se meteorologico.

I problemi più gravi sono invece sul percorso di gara perché il fondo scivoloso per la pioggia di ieri, scomposto perché mosso dalla violenza dell’acqua , roccioso e in forte pendenza, costringe tutti gli atleti a rallentare il tempo di marcia per prudenza;

Io personalmente sono ancora una volta fortunato a non prendere scivoloni, storte e quant’altro e concludo la gara, anche se ultimo degli iscritti del nostro Gruppo, con grande soddisfazione di aver realizzato qualcosa di veramente eccezionale: tempo 1.39.23.

Ogni centimetro di questi anfratti è una trappola per ognuno di noi che deve avere un livello di attenzione altissimo, sempre!: basta perdere l’equilibrio per un solo istante o inciampare anche lievemente per rischiare di farsi male seriamente o, addirittura, rischiare la vita; in alcuni tratti ci sono strapiombi e dislivelli di diversi metri; Tutto dipende solo da noi stessi e dalle nostre capacità nel superare le trappole di questa corsa in montagna  veramente incredibile per difficoltà e pericolosità.

Quando riesco a raggiungere la conquista della fine del secondo giro do un respiro di sollievo e mi preparo psicologicamente per l’ultima frazione di questa avvincente sfida con la natura contro l’uomo e le sue capacità nel superarla e vincere: La vittoria giunge già avendo concluso tutto il percorso di gara ed io mi sento veramente un Leone ! Sono contento!! E’ finita bene, Grazie a Dio!

Io penso che aver compiuto e concluso una gara al Ciolo significhi acquisizione di esperienza vera e idee chiare sulle decisioni future da intraprendere per affrontare maratone, 100 km, e quant’altro, ma anche acquisizione di sicurezza nella vita sportiva che poi coinvolge anche quella privata.

Tempo eccezionale e miracolo della natura per il nostro Mauro Negro che con lo schiacciante tempo di 1 ora 19 minuti e 36 secondi si porta al sesto posto di categoria SM50, stupisce tutti, anche se stesso che, in queste difficili competizioni si migliora volta per volta e ci mette tutti in fila nel nostro gruppo!! Grande Mauro!!

Onore al merito anche a Panico Luciano che arriva dietro di Lui a distanza di soli pochi minuti con il tempo di 1.24.09, ottavo di categoria,  subito prima di De Micheli Emanuele, terzo dei nostri baldi e coraggiosi, con il grande tempo di 1.28.31.

Grande ritorno per Ricchiuto Emanuele che si piazza al 4^ posto del nostro Gruppo con l’apprezzabile tempo di 1.33.22.

Alessandro Meraglia, il nostro Vice Presidente, si porta a ridosso dei primi quattro con il ragguardevole tempo di  1.34.55.

Cavallo gagl
Lucia Cavallo (foto Luigi Costantini)

A seguire Negro Marcello, Massaro Andrea e il sottoscritto D’Amico Rocco Antonio che chiudono questa meravigliosa giornata che l’anno prossimo sarà Mondiale in tutti i sensi!!!

Cavallo Lucia chiude i suoi 8.3 km. In due giri, con il tempo di 1.32.37.

Partecipiamo numerosi anche alla prossima Salento Tour de “Le Veneri” di Parabita, bellissima competizione a livello tecnico anche questa e partecipiamo ancor di più ed in massa, nella fit walking organizzata dalla stessa società di Parabita, per ricordare con forza e ammirazione la nostra icona del Gruppo, il Grande Inguscio Cherubino, scomparso già da qualche anno ma sempre vivo nei nostri cuori.

Rocco Antonio D’Amico

CLASSIFICA GARA

IX CORRERE GALATINA

Galatina, 6 maggio 2018. Dopo l’antipasto d’estate di fine aprile, le temperature tornano nella media, rendendo di nuovo “umane” le condizioni per correre…  Siamo alla quarta prova del SALENTO TOUR, e come di consuetudine la prima domenica di maggio il popolo dei runners salentini si da appuntamento nella centralissima cittadina della provincia.  In programma anche una camminata di 5km con il ricavato devoluto a Cuore Amico.

Presenza prestigiosa di Giammarco Buttazzo, che toglie quel minimo di attesa su chi sarebbe potuto essere il vincitore… magari sarebbe stato più spettacolare assistere allo sprint finale che ha visto protagonisti Emanuele CORONEO (ASD LA MANDRA) e l’atleta di casa Gianluca TONDO. Rispettivamente giunti al secondo ed al terzo posto…

Al femminile vince Emanuela GEMMA dell’ASD TRE CASALI, al secondo posto Francesca MELE del CLUB CORRERE GALATINA ed al terzo posto Pamela GRECO della SARACENATLETICA.

Per la nostra squadra sono 29 gli atleti che hanno tagliato il traguardo.

IMG-20180506-WA0016
Roberta Frisullo in premiazione

Le premiazioni hanno visto come unica nostra protagonista, Roberta FRISULLO, giunta terza di categoria e ventesima assoluta.

I 2 nostri attuali cavalli di battaglia, hanno viaggiato appeno poco sopra la soglia dei 4 minuti al km: Luciano PANICO e Mauro NEGRO.

Oggi ben tre record personali! Massimo CANTORO inizia a dimostrare belle prestazioni  proprio appena la sua partecipazione alle gare inizia ad essere  più costante. Grande prova per Alessandro DANESE e Tamara SANTORO, quest’ultima accompagnata da Maria Lucia VANTAGGIATO.

Prima gara dell’anno per Giovanni FIORITO, rientrano dopo circa tre mesi di assenza anche Milko MERAGLIA e Lucia FALCONE.

Catia RIZZELLO, Sonia PASCA, Fernando Rizzello, Massimo COSTANTINI, Emanuele RICCHIUTO, Biagio PANICO e Alberto CRUDO, offrono la propria migliore prestazione del 2018.IMG-20180506-WA0003

Anche oggi buoni i risultati ottenuti da Andrea MASSARO e Arcangelo NEGRO.

Altri partecipanti: Marina CASARANO, Vittorio BELLUCCI, Aurora MAGGIO, Carlo GIURGOLA, Donato TARANTINO, Rocco Antonio D’AMICO, Emanuele RIZZO, Donato CORVAGLIA, Marcello NEGRO e Alessandro MERAGLIA.

La prossima tappa del SALENTO TOUR sarà il 27 maggio a Bagnolo del Salento, organizzata dall’ ATLETICA AMATORI CORIGLIANO.

Prossima gara in provincia sarà il NATURAL TRAIL di Portoselvaggio.

CLASSIFICA GALATINA

La mia Firenze Half Marathon

Era il viaggio che aspettavo con ansia e trepidazione…la vacanza tanto attesa e tanto meritata dopo quasi due mesi di sudore e sacrificio sui ” miei libri”. E la sera, prima di prendere sonno, mi capitava spesso di pensare ” e se l’ esame andrà male con quale spirito affronterò il viaggio, la gara, i compagni?” Pensieri che,pochi minuti piú tardi,erano ormai un ricordo lontano, soffocati da un sonno profondo. Finalmente il giorno dell’esame arriva ed il risultato mi autorizza a godermi appieno la mia meritata vacanza,respirando quella sensazione di libertà che ha il sapore di post maturità.
Ma, nemmeno il tempo di archiviare le mie ansie, un altro problema si insinua nei miei pensieri ” E la preparazione per la mezza?”…Non faccio un lungo da più di un mese, le mie uscite a contarle sul palmo di una mano sarebbe già un lusso…e quindi?? I miei compagni si allenano da mesi, Daniele e Roberta con le loro  uscire avranno attraversato tutta la A14 in una settimana, Chica è magro e preparato( Chica magro è uno di quegli eventi a cui puoi assistere poco volte nella vita)…insomma, tutti pronti tranne me e manca poco più di una settimana alla gara.
Così improvviso una preparazione lampo: un lungo ( non più di 20 km), un medio e qualche corsetta nella settimana. In fondo non posso pretendere troppo da me stessa, mi basta riuscire a battere il muro Delle due ore( cosa che ho fatto una sola volta nella mia umile carriera da runner)…E così tra una chiacchierata e l’altra a correre nelle nostre adorate campagne, arriva il giorno della partenza. Aurora e Alberto sono su di giri, tanto su di giri che il venerdì mattina ( saremmo partiti la sera) non vogliono andare a scuola ed io, da madre  autoritaria severa e tutta d’un pezzo quale sono,li assecondo.
Trascorre il pomeriggio mentre prepariamo le valigie e qualcosina da mangiare durante il tragitto; sorvolo sulla quantità di crostate approntare per il viaggio perché sarebbe come macchiare la reputazione che tutti hanno di chi corre…credo che su quel pulman la sera, sono salite  crostate pari al numero di partecipanti alla mezza che andavamo a fare(che per la cronaca erano 3500)… tralasciando questo particolare, finalmente alle 21 attendiamo il mezzo che ci avrebbe condotto a Firenze; lo chiamo mezzo perché pullman è troppo buono come termine. Era vecchissimo, strettissimo, scomodissimo e tutto ciò che finisce con issimo… prendiamo posto, io insieme ad Aurora e Salvatore con Alberto.
Nemmeno il tempo di arrivare a Lecce che Alberto dormiva di già. Arriviamo a Firenze il sabato mattina verso le otto, la giornata è di quelle belle e calde che sanno di primavera inoltrata e iniziamo a visitare la città. Firenze è una di quelle città che è troppo da vedere; troppo nel senso che mentre guardi una statua non riesci nemmeno a capire di chi si tratta che subito la tua attenzione si sposta su un palazzo, sul duomo, sulla cupola, sul David e su tutto ciò che di magnifico la circonda. Verso mezzogiorno ci spostiamo ad un ristorante molto carino per pranzare e, dopo aver fatto un bel carico di carboidrati, ci accingiamo a tornare dove il pullman ci aveva lasciati la mattina, per andare in albergo a riposare.
L’ hotel si trova 15 km distante da Firenze, è molto grande ma  molto poco curato, di quegli alberghi che ospitano essenzialmente carovane di ragazzi in gita o comunque gruppi numerosi, dove non esiste la cura del particolare ma solo l’ essenziale ( un letto, un comodino,un water ed un bidet). Alle otto di sera è programmata la cena quindi, dopo una bella doccia rigenerante,ci ritroviamo tutti nella holl per andare al ristorante. La stanchezza è  presente nei volti di tutti noi e il pensiero alla gara di domani appesantisce maggiormente le palpebre che già a fatica si mantengono aperte. Una volta a letto, imposto la sveglia alle sei; poche ore per riposare ma si sa ormai che funziona così quando decidi di fare una gara distante da casa.
Pettorale pronto,divisa gara anche, lacci delle scarpe sistemati x bene( grazie a Carlo), dopo una fugace colazione andiamo tutti alla volta di Firenze.Siamo tutti un po’ ansiosi, in fondo ognuno di noi vorrebbe raggiungere il risultato tanto desiderato. Facciamo qualche foto e subito nelle griglie di partenza ad aspettare lo sparo che da ufficialmente il via alla gara.
Firenze è stupenda ma stretta, me ne accorgo sin da subito perché nei primissimi km è quasi impossibile superare qualcuno. Parto da sola, concentrata,le gambe stanno bene, la testa anche ( fondamentale). Al quinto km inizio ad intravedere un “giallo” Delle nostre divise: è Vittorio che aveva promesso di accompagnarmi e che appena mi vede mi lancia un sorriso che sa di sicurezza e di bene. Così, insieme a lui, percorriamo quei 16 km che mancano all’arrivo. Al dodicesimo inizio ad accusare un po’ di stanchezza e i ponti che ogni tanto ti ritrovi ad attraversare, tagliano le gambe. Ma il mio obiettivo di concludere la gara sotto le due ore non molla per niente nei miei pensieri. Sento urlare: “Presidenteeeee” è Donato ed Emanuele che ci raggiungono e che con quel grido mi danno un po’ di benzina in un serbatoio ormai vuoto.
Diciottesimo: stanchezza e fatica hanno la meglio, non riesco più a mantenere un passo costante, non riesco più ad ascoltare Vittorio che mi sprona ad accelerare, vorrei buttarmi per terra. Nella mia testa l’ uomo cattivo dice al buono:”Ecco cosa succede quando non si prepara bene una gara”, ma il buono replica dicendo che ormai manca poco e che è quasi fatta…inizio a percorrere il ventunesimo km che mi sembra più lungo di tutti i venti percorsi sino a quel momento…ed ecco i cento metri finali…vedo Alberto e vedo Aurora e il mio cuore sorride… così finalmente raggiungo il traguardo. .Gioia, stanchezza, lacrime, crampi alle gambe e allo stomaco mi saltano addosso… fermo l orologio…ce l’ho fatta…1h 58′ e 34”. Non ci posso credere…mi siedo, Alberto mi salta addosso, sono contenta, contenta e soddisfatta…Il mio personale a Firenze..beh si, fare il personale a Firenze ha un sapore diverso…Sento lo speaker che chiama il nostro gruppo, primi classificati fuori regione.. stupendo, Magnifico, sensazionale… saliamo tutti sul palco, quasi lo demoliamo, e festeggiamo la nostra vittoria.
Arriveranno poco dopo i risultati ufficiali per ognuno di noi, tempi straordinari per tutti.
Il viaggio di ritorno è un viaggio di Serenità. Si torna con una valigia carica di amicizia, stima e condivisione, che solo quei viaggi in cui si sta bene riescono a donarti.
Ringrazio ogni singola persona che ha trascorso con me quei due giorni; a modo suo mi ha donato qualcosa che arricchisce: un sorriso,uno sfottò,una chiacchierata.
Grazie di cuore alla mia seconda famiglia…con la speranza che presto possiamo ripetere questa straordinaria esperienza.
M.L.V
firenze
Piazza S.Croce, Firenze 15 aprile 2018

TRAIL DELLE CINQUE QUERCE

Domenica 4 giugno si è svolta la VI edizione del Trail delle 5 Querce a Gravina di Puglia. Anche quest’anno ad organizzare la manifestazione sportiva è stata l’ASD “Festina Lente” di Gravina, che per l’occasione ha voluto fare il bis: nella mattinata il Trail di 28 Km e nel pomeriggio la I edizione del “Gravina Rock Urban Trail” di 10 km di corsa tra centro storico e habitat rupestre.

Al nastro di partenza eravamo ben 800 iscritti, provenienti da diverse regioni italiane, Toscana, Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Abruzzo. Molti i gruppi sportivi provenienti dal Salento.

A tagliare il traguardo per primo è stato l’atleta marocchino Bamaaruof Tarik (vincitore della 50 km di Romagna) della Team Marathon Torino che ha chiuso il trail in 01.57.06, seguito da Zullo Luigi della Running Team D’Angela Sport in 01.59.03 e da Drogo Domenico della Lucani Free Runners in 02.37.45.

Per il podio femminile la prima a tagliare il traguardo è stata Cataldi Grazia della Vicenza Runners in 02.52.27, seguita da Emma Delfine dell’Asd Nadir on the Road Putignano in 03.03.52 e da Elicio Vittoria del G.S. Atletica Amatori Corato in 03.05.58

IMG-20170607-WA0004Quest’anno la competizione di 28 km si è snodata in un percorso duro e dalle pendenze “spacca gambe”, un percorso estremamente tecnico ed impegnativo ( dal punto di vista fisico e mentale) sia per il dislivello che arrivava ai 1000 metri, che per la distanza. Tutto ciò immerso in un panorama mozzafiato, nella natura incontaminata. Più che una semplice gara su strada, è stata una prova di forza, una sfida con sé stessi e con l’ambiente che ti circondava, incastonata tra il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, il bosco “Difesa Grande” e le cavità carsiche della gravina, nei luoghi di una civiltà rupestre e del parco archeologico.

I primi 18 km si sono snodati tra dislivelli vari e sentieri nel bosco, immersi praticamente nel fango…ti sembra di essere nel Vietnam….avanzavi con fatica, le scarpe erano delle zavorre e ciò rendeva ancora più difficoltoso il percorso, facendoti perdere molto tempo. Era come se la natura volesse metterti alla prova sempre di più…..ma andavi avanti con determinazione, cercando di dominare la fatica in tutti i modi possibili. Nei successivi 10 km abbiamo affrontato diversi dislivelli della Murgia, per arrivare a scalare delle pareti della gravina….addirittura abbiamo dovuto superare una pendenza incredibile di roccia e l’unico modo per scalarla era quello di arrampicarsi ad una scala in corda messa lì appositamente per farci proseguire il percorso. Nell’ultimo km ti sembrava di avere il corpo staccato dall’anima…. tanta, tanta fatica e sofferenza fisica e mentale, era una lotta con te stessa, mentre avanzavi cercavi di dominare con la mente i segnali di sofferenza che il corpo ti mandava violentemente….e alla fine magicamente ti accorgevi di essere più forte di quando hai iniziato a correre il primo km, ti accorgevi di aver vinto sulla fatica, la tua determinazione, la tua incredibile voglia di superare te stessa, i tuoi limiti ti portano a 100 metri dalla fine, ti sembra di volare e mentre corri velocemente ecco il traguardo, i colori, la musica, le persone care che ti attendevano con gioia…..corri con le lacrime agli occhi, ma ti accorgi che sono lacrime di felicità…..tutta la sofferenza fisica è svanita, ce l’ hai fatta e la medaglia al collo ne era la testimonianza.IMG-20170607-WA0005

Che dire…..un’esperienza incredibile, forte, dolorosa ma bellissima, che ti segna nel corpo e nell’ anima, che ti porterai sempre dentro, che ti ha donato, dopo 28 km di prove dure ed estreme, una grande determinazione….una voglia di andare sempre avanti, ad affrontare altre sfide che lo sport e la vita potrà riservarti. Il Trail serve principalmente a questo!!!!

Lucia Cavallo

IX TROFEO CITTA’ DELL’OLIO

Bagnolo del Salento

28 maggio 2017

Si svolge nel piccolo centro situato tra Maglie e Otranto la terza tappa del campionato SALENTO TOUR 2017. Nella manifestazione organizzata dagli AMATORI CORIGLIANO, vi prendono parte circa 600 atleti .

Ultime giornate pre-estive, offrono una mattinata in cui la tramontana attenua il disagio della calura.

La gara viene dominata da BUTTAZZO Giammarco, campione leccese tesserato per la società parmense del CASONE NOCETO. Spettacolare sprint per il secondo posto, dove sul rettilineo finale la spunta il galatinese TUNDO Gianluca su PALADINI Francesco dell’ATLETICA LEVERANO.

Al femminile c’è l’ennesimo dominio di BERNARDO Paola dell’AMATORI CORIGLIANO. Al secondo posto anche qui un’atleta del CLUB CORRERE GALATINA: MELE Francesca. Al terzo posto una delle sorprese del 2017: COPPOLA Maria Francesca, tesserata per la nuovissima società di CAVALLI DI RAZZA di Spongano.

IMG-20170528-WA0076
COSTANTINI Massimo

Sono 21 i nostri partecipanti. Curiosità di questa tappa è che vi prendono parte tutti i nostri nuovi 5 tesserati del 2017. RIZZELLO Fernando dimostra sempre più tenacia. NEGRO Arcangelo dimostra un grande potenziale atletico da poter sfruttare. Quarta gara per SANAPO Marco. Mentre DANESE Alessandro e COSTANTINI Massimo risultano addirittura tra i nostri atleti più attivi, occupando i primissimi posti della classifica interna dei km percorsi.

IMG-20170528-WA0089
PASCA Sonia , GIURGOLA Carlo

Rientrano dopo un periodo di assenza APRILE Claudia e FALCONE Lucia, che percorrono la gara insieme. PASCA Sonia viene “scortata” da GIURGOLA Carlo, non al top della forma. La lista delle ragazze viene completata da CAVALLO Lucia,  che si sta preparando per una nuova grande sfida: anche quest’anno infatti sarà ai nastri di partenza del TRAIL DELLE CINQUE QUERCIE a Gravina!

Rientra anche NUZZO Alessandro, dopo un assenza di un mese. Decima gara dell’anno per CRUDO Sergio, che inizia la sua fase di recupero della forma atletica.

IMG-20170528-WA0085
FERRARO Giovanni

 FERRARO Giovanni, PAIANO Daniele, PAPPADA’ Salvatore, D’AMICO Rocco Antonio sono stati presenti fino ad ora a tutte le tappe del SALENTO TOUR.

SARCINELLA Alessandro e NEGRO Mauro mettono altro fieno in cascina per il piazzamento finale. Arrivati rispettivamente al settimo ed al sesto posto delle loro relative categorie.

Completano la formazione RILLO Ivan, MERAGLIA Alessandro e CORVAGLIA Donato.

Ora si infittisce il calendario del SALENTO TOUR, con ben 3 tappe collocate nel mese di giugno. Quest’anno il torneo termina il 15 ottobre, in largo anticipo rispetto agli ultimi anni.

Subito ad Ugento il 2 giugno, per la quinta edizione di CORRI CON DON TONINO.

>>>CLASSIFICA GARA

>>>FOTOGALLERY

FOTO UFFICIALE DI SQUADRA

Nella mattinata del 14 maggio 2017, presso il piazzale di corso Margherita di Savoia a Ruffano, sono state eseguite le foto ufficiali di società per l’anno 2017.

Un sentito ringraziamento alle aziende che credono nel progetto GRUPPO PODISTICO DUEMILA.

  • TRACCE D’ORO
  • DGR
  • FARMACIA SCARCIA
  • TOMA TORNERIA
  • FAP RICAMBI
  • PEPE GOMME
  • CREATEC
  • GRUPPO SME

IMG_8007

IMG_8014

IMG_8035