PRIMATO PROVINCIALE DI PENTATHLON

Domenica 14 marzo.  Siamo ancora qui. E sempre ci saremo.

Un po’ a singhiozzo, in quest’epoca dettata da ristrettezze e protocolli sanitari purtroppo necessari, ma siamo sempre desiderosi di narrare qualche evento sportivo, poiché lo sport non si è mai fermato del tutto. Soprattutto la pista, pur senza pubblico.

E in questa domenica ha fatto da scenario la pista, con alcune delle sue specialità, in cui un nostro tesserato si è particolarmente distinto realizzando il record provinciale.

Si tratta di Pasquale Podo, non nuovo a simili imprese. Stavolta si è cimentato perfino nel Pentathlon, multidisciplina composta da ben cinque specialità, precisamente lancio del martello,  lancio del disco, getto del peso, lancio del giavellotto, lancio del martello con maniglia. Il totale realizzato è stato di 2305 punti.

Non nuovo, dicevamo, a simili prestanze atletiche, visto che in passato aveva già realizzato, in due distinte occasioni, i record regionali di categoria, nel lancio del disco kg 2, cat. SM50 (nel 2016), e nella staffetta 4×100 (nel 2010), e la scorsa estate il record provinciale nel lancio del disco kg 1,5, cat. SM55 .

Il temerario Pasquale dunque, ancora una volta ha portato a casa il primato provinciale della sua categoria, SM55. Un’impresa non da poco, di questi tempi poi, con questa situazione di emergenza che ci ha segnato un po’ tutti, ma che non ha spento l’entusiasmo dei più vogliosi.

Ci auguriamo che il risultato di Pasquale sia uno stimolo per tutti, per ritrovare la voglia di competere e gareggiare, nell’attesa del giorno (forse non lontano) di ritrovarci tutti assieme sotto un enorme pallone pronti ad affrontare una sfida domenicale di 10 km, oppure in una pista di atletica al cospetto di spalti pieni di gente e tifosi che urlano ed incitano gli atleti.

Nel frattempo, per dovere di cronaca, è da segnalare il rinvio del trail di Gallipoli previsto per il 28 marzo, a causa dell’attuale situazione di Zona Rossa.

Quindi a risentirci e riaggiornarci con i prossimi futuri eventi.

 

M.C.

XVII CROSS DEL SALENTO

Domenica 14 febbraio. Il 2021 propone finalmente la sua prima gara podistica, con un po’ di ritardo visto il periodo particolare che attraversiamo.

Nella domenica che ha visto lo svolgimento delle votazioni (presso la stessa location di gara, il Ristorante Morfeo) per il rinnovo del Consiglio Provinciale Fidal, con l’elezione del nuovo Presidente Roberto Perrone, e consiglieri Buscicchio, Dell’Atti, Quarta, Rizzo e Bergamo, è stato il padrone di casa Luca Scarcia che, tenace e coriaceo come sempre, è riuscito ad organizzare un’altra bella gara, con le dovute norme dettate dagli attuali protocolli sanitari, riuscendo ad attirare campioni di primissimo livello…..e facendoci divertire e riempire di fango come ai tempi della scuola.

Le primissime posizioni sono state appannaggio di atleti outsider provenienti finanche dal Nord, malgrado la difficoltà degli spostamenti da regione a regione.

Vincitore assoluto è stato Alberto Vender, del team S.A. Valchiese.

Ma anche gli atleti nostri conterranei si son fatti valere. Nelle rispettive categorie hanno primeggiato Roberto Mariano, Vito Perrone, Antonio Zanco, Luigi Greco, Emanuele Coroneo, Vincenzo Di Toma, Stefano Colona, Antonio Margarito.

Prime nelle categorie femminili sono state: Emanuela Gemma, Marta Alò, Stefania Zilli, Rosanna Venuti, Anna Orlando, Vita Ria

E nel nuovo anno, in casa GP Duemila la musica non cambia.

Sul gradino più alto SM55 è salito Mauro NEGRO, più “vecchio” di categoria (per modo di dire) ma sempre più voglioso di primeggiare. In attesa del ritorno del suo “gemello” Luciano, oggi assente.

Altri quattro nostri atleti hanno fatto la loro parte: Marcello NEGRO, Massimo D’URSO, Massimo COSTANTINI, e Mister Enzo PARROTTO.

Ed un altro della nostra “famiglia”, Alessandro MERAGLIA, si è cimentato nel suo nuovo ruolo di Giudice di Gara. A lui va il più sincero in bocca al lupo.

E ora ci congediamo dal Cross del Salento in attesa del prossimo evento e dei nuovi sviluppi, speriamo positivi.

M.C.

>>>>>CLASSIFICA CROSS DEL SALENTO 8 Km

>>>>>CLASSIFICA CROSS DEL SALENTO 4 Km

 

RELAZIONE DI FINE ANNO

Carissimi soci, il 2020 è stato un anno particolare.
Il Covid 19 ha rivoluzionato anche il nostro modo di relazionarci in assemblea.
È doveroso da parte nostra farvi partecipi delle attività svolte nell’arco dell’anno.
Il 23 febbraio abbiamo organizzato il 2°ecotrail delle serre salentine per il quale ogniuno di voi ha dato un contributo prezioso.
Che cosa avremmo voluto fare che la pandemia ci ha impedito?
– festeggiare con tutti voi il Ventennale della nascita del Gruppo podistico 2000;
– organizzare una camminata in memoria della nostra compianta Claudia.
Questi erano i nostri obiettivi più importanti.
Inoltre quest’anno c’è una importante novità: il Gp 2000, visto l’alto numero di associati, ha potuto beneficiare di un contributo a fondo perduto di 1600 euro. Tale contributo ci ha permesso di ridurre, per quest’anno, la quota associativa a 20,00 euro con un esonero totale dai 65 anni in su.
Vi terremo informati sulle modalità del tesseramento per il 2021 sperando di tornare a fare tante gare e tra le quali anche la nostra.
Un forte abbraccio da tutto il direttivo augurandovi un sereno e santo Natale.
Il direttivo

LECCE

26-27 settembre

Si è svolto a Lecce sulla pista del Campo Montefusco il “1° Grand Prix del Capo di Leuca”, valido come Campionato Provinciale 5.000 metri in pista categoria Master.

Erano previste le varie specialità dell’Atletica su pista, con le distanze dai 100 ai 5000 metri, oltre ai salti e lanci vari (alto, peso, disco, giavellotto).

Dei nostri atleti si sono distinti il Mister Vincenzo PARROTTO, e il temerario Rocco Antonio D’AMICO.

Il Presidente si è cimentato sui 5000 metri, classificandosi dodicesimo nella sua serie.

Il secondo (nella foto) ha corso i 200 e i 1500.

ROCCOO_page-0001

Di seguito riportiamo le sue personali impressioni:

“Pronti!, Anche oggi, a coronare il vero sport, l’atletica e i miei cinquantotto anni suonati, a Lecce, ai Campionati Provinciali Fidal , “1°Grand Prix Capo di Leuca”, Campo Santa Rosa , Coni , di Lecce, con i 200 mt.piani e i 1.500 mt.!! Primo Start ore 15.50, secondo start subito dopo!!! Risultato, nei 200 metri, primo di categoria SM55 su tre e terzo assoluto di batteria. Superato solo dai più giovani di me. Questa e’ l’ora!: Record di Mennea 19.72 “!! Io mi accontento di chiudere al doppio di questo storico , incredibile tempo!!! Speravo di ben figurare anche stavolta, per me e il Gruppo Podistico 2000 Ruffano, per il quale sono tesserato!!!”.

Ed ora inizia il conto alla rovescia per il ritorno alle gare su strada, tra meno di un mese a Calimera, con la 10 Km dei Boschi, prova Salento Gold.

M.C.

>>>>>>CLASSIFICHE GRAN PRIX CAPO DI LEUCA

 

CORRI CON DON TONINO

Domenica 6 settembre.

Siamo ancora in era Covid, speriamo non per molto, e l’attività podistica prosegue, seppure a singhiozzo, con la “8^Corri con Don Tonino”. Grazie una volta di più al temerario Luca Scarcia, forse l’organizzatore in tutta Italia che più di chiunque ci ha creduto a riprendere le corse. E forse in tutto il Mondo, del resto non dobbiamo dimenticare che già si è fatto una fama internazionale avendo portato meno di un anno fa il Mondiale Master di Corsa in Montagna in quel del Ciolo.

E insieme a Scarcia non va dimenticata la collaborazione di altri, come il Presidente Fidal Lecce Sergio Perchia, e come Cristian Bergamo, il “Capo” del Salento Gold, l’unico Campionato Provinciale che non si è fermato (diversamente dal Salento Tour) e di cui han fatto parte le gare del Ciolo e di Leuca, oltre alla gara odierna. Lo stesso Bergamo ha preannunciato lo svolgimento della “10 Km dei Boschi” nella sua Calimera il prossimo 25 ottobre, inserita anch’essa nel Salento Gold.

Veniamo dunque alla gara di Torre San Giovanni, finalmente su strada, corsa anch’essa con le misure anti Covid, meno rigide tuttavia delle gare di Ciolo e Leuca. Partenza non più individuale a cronometro ma in gruppo, seppure in griglie da cinquanta cadauna ogni tre minuti. In totale 221 partenti (ancora in mascherina!).

Vittoria per Francesco Milella (Pedone Riccardi Bisceglie), a 3:22, che ha preceduto di quasi un minuto due “mostri sacri” come Emanuele Coroneo e Antonio Varallo.

E vittoria femminile per la giovanissima Alessia Scaini dell’Atletica Saluzzo, che ha preceduto di un minuto la brava Marta Alò (Atletica Capo di Leuca), vincitrice al Ciolo e a Leuca.

Casa GP Duemila un po’ più folta, con sette presenti.

Il ritorno della coppia dei battistrada, Luciano PANICO e Mauro NEGRO, il ritorno della “terza forza” Alessandro MERAGLIA, altro ritorno quello del nostro sub Michele GIURGOLA, a seguire gli inossidabili Rocco Antonio D’AMICO e Massimo COSTANTINI, infine l’onorabile presenza del Mister Vincenzo PARROTTO (di cui più giù il suo immancabile resoconto).

E Michele GIURGOLA nel pomeriggio ha affrontato gli ostacoli della “Wild Zeus Race”, gara di 5 Km.

Di seguito alcune partenze

CORRI CON DON TONINO al CORRI CON DON TONINO enz CORRI CON DON TONINO maur CORRI CON DON TONINO mich CORRI CON DON TONINO roc CORRI CON DON TONINO.1pg

E ora il resoconto tecnico della gara a cura di Mister Parrotto:

“VIII Corri con Don Tonino. Tutti gli iscritti n.221,  noi, sette in tutto, abbiamo tagliato il traguardo. Team più numeroso Nuova Atletica Copertino 30 iscritti. Partenza fissata ore 9.00 dal ristorante Morfeo Torre San Giovanni. Gara di 8 km con partenza scaglionata a gruppi da 50 atleti ogni tre minuti. Dopo circa un km di sterrato si percorre su un serpeggiante sentiero asfaltato che si inerpica sulla collina del Santuario della Madonna del Casale altezza circa 200 metri sul livello del mare. Si scende dal Santuario per circa 3 km e si ripercorre lo stesso sterrato fino al ristorante Morfeo. Percorso abbastanza insidioso ed impegnativo, per fortuna vi era un sottile venticello. Quarta manifestazione organizzata dal team Atletica Capo di Leuca con l’instancabile Luca Scarcia”.

Ora una pausa più o meno lunga, dettata dalle circostanze, per ritrovarci come detto il 25 ottobre a Calimera con la “10 Km dei Boschi”, in questo 2020 segnato da questo essere minuscolo, visibile solo al microscopio, che ha complicato la vita un po’ a tutti, con l’auspicio di sconfiggerlo presto per poter tornare alla vita normale di sempre e a gareggiare ogni domenica.

 

M.C,

>>>>CLASSIFICA CORRI CON DON TONINO

III Urban Trail Leuca

Domenica 26 luglio. 

Rieccoci. A Santa Maria di Leuca, estremo lembo d’Italia e del Salento, si è svolta la seconda gara dell’era post covid.

Un’era durante la quale l’emergenza causata da quest’essere invisibile non si può dire superata, la battaglia per affrontare nuovi focolai è tuttora in atto, soprattutto per prevenire una nuova ondata di contagi. L’augurio è che possa arrivare al più presto il momento di tornare a vivere una vita in assoluta tranquillità, e per questo è giusto che si vada avanti giorno dopo giorno con una certa prudenza e con delle riaperture graduali, in modo da arrivare pian pianino alla tanta sospirata normalità.

E il mondo del podismo sta facendo appieno la sua parte, anche il 3^ Urban Trail di Leuca, organizzato anche questo dall’instancabile Luca Scarcia, ha dovuto seguire delle precise direttive di distanziamento sociale. Gara anch’essa a cronometro, per evitare assembramenti in partenza, ancora non consentiti, spazio partenza e arrivo in luoghi separati e non aperti al pubblico e percorso quasi tutto extraurbano, su sentieri sterrati. Misure cautelative, nonché necessarie, per permettere di questi tempi lo svolgimento di una gara.

Del nostro Gruppo erano presenti in quattro (ritratti nella foto in copertina, assieme all’amico Attilio Schirinzi del team Saracenatletica), tra cui il Presidente Vincenzo PARROTTO, di cui tra poco verrà descritto un suo resoconto. Inoltre Luciano PANICO (nostro capofila, come sempre, con una media niente male di 4:38, per un trail a tratti insidioso), Rocco Antonio D’AMICO (che avverte forse più di tutti la passione per i trail, lui che certi percorsi li prova e li riprova anche in allenamento), e Massimo COSTANTINI (me medesimo, autore instancabile, modestia a parte, dei nostri servizi).

E a proposito di medie minuti a Km, c’è da segnalare quella strepitosa di 3:35 del vincitore della gara, Pasquale Selvarolo (team Atletica Casone Noceto), ottenuta affrontando sentieri pieni di pietre e di buche. Prima in classifica femminile, come al Ciolo, Marta Alò del team Atletica Capo di Leuca.

Ora la parola a Mister Parrotto:

“Archiviato con successo il Trofeo del Ciolo ecco un’altra iniziativa l’Urban Trail a S.M. di Leuca. Promotore di queste due Manifestazioni è Luca Scarcia. È doveroso fare un plauso a questo grande Presidente. Non era facile riprendere ed organizzare manifestazioni con la situazione sanitaria in atto e probabilmente molti non se la sentono anche per le tante responsabilità che devono essere affrontate. Invece questo Signore con tenacia caparbietà e soprattutto per la passione che lo contraddistingue ha organizzato con successo questi due eventi ovviamente con tutta la prudenza e il rispetto delle regole. Grande Luca”.

Parole da condividere appieno.

E adesso una nuova pausa, in attesa dell’evolversi di un futuro ancora incerto, ma con tante ombre che si stanno dissipando. Speriamo bene.

M.C.

>>>>CLASSIFICA III URBAN TRAIL

TROFEO CIOLO 2020

Domenica 28 giugno. “Ma guarda un pò chi si rivede! Ma che fine hai fatto? Pensavo che fossi sparito x sempre”. “No scusami, tranquillo, sono qui, mi sono dovuto assentare a causa di un certo Covid 19”. “Come scusa? Hai covato le uova? Dalle corse ai pollai?”. “No guarda, scusami davvero sai, ti spiego meglio dopo. Ora devo pubblicare l’articolo, come ho sempre fatto. Anche perché Rocco Antonio deve descrivere le sue impressioni, e quando c’è di mezzo Rocco Antonio non bisogna perdere tempo, questo lo sai. In questo periodo nessuno di noi è cambiato”. “Vabbè, ok, procedi pure…”.

Quello appena descritto era un breve dialogo tra me e il sito. Certo, il nostro caro amato sito, che per ben 117 giorni ho abbandonato a se stesso, e in alcuni momenti ho temuto che non l’avrei più riaperto, e dunque dimenticato per sempre (meno male che lui non si è dimenticato di me e di noi). Dopo la Mezza Maratona di Ginosa Marina del 1^ marzo tutto è stato interrotto, a torto o a ragione, come ben sappiamo. Proprio nell’anno del ventennale di fondazione del nostro GP DUEMILA, la cui ricorrenza e relativa festa è per il momento rimandata.

Ma ora si riparte. Grazie alla tenacia e all’incredibile forza di volontà di colui che più di ogni altro ci ha creduto, quel Luca Scarcia che non si stanca di fare miracoli, che con il “suo” Ciolo aveva già ottenuto il Campionato Mondiale di Corsa in Montagna categoria Master lo scorso anno (un doppio miracolo, visto che il Salento non è terra di montagne, ma lui è riuscito a scovarne una nel “Canalone” di Gagliano del Capo). E come se non bastasse, quest’anno un miracolo che sembrava davvero impossibile, con la ripartenza della prima gara post Covid in Italia, il Trofeo Ciolo 2020, sfidando la diffidenza di tanti che non ci credevano, e della stessa Fidal, che alla fine ha acconsentito allo svolgimento della manifestazione a costo di rispettare non poche norme e regole di divieto di assembramenti, di distanziamento sociale, di mascherine, e di tutto questo incredibile apparato generato da codesto essere invisibile di nome coronavirus.

Che ha imposto, tra l’altro, una gara rigorosamente a cronometro, con partenze singole ogni 30 secondi.

Presenti circa 200 partecipanti, non assai, poiché la quarantena è stata lunga, molti, per mancanza di allenamento e di certificati non hanno gareggiato. Piano piano, intanto era importante ricominciare.

Vincitore assoluto è stato Francesco Puppi dell’Atletica Val Brembana, a una media strepitosa di 4:15 (gli altri tutti sopra i 5:00), e nelle classifica femminile ha sfilato per prima Marta Alò, del team Atletica Capo di Leuca, di cui Luca Scarcia è Presidente.

E dei nostri “podistici duemila” erano in quattro.

Luciano PANICO (giunto quarto di categoria e ventisettesimo assoluto), Massimo D’URSO (uno di nuovi arrivati nel Gruppo, alla sua seconda gara quest’anno dopo il nostro Ecotrail di febbraio), Rocco Antonio D’Amico (a cui, come detto, spetterà tra pochissimo il commento dettagliato della gara), e Massimo COSTANTINI.

E allora, passiamo il microfono a Rocco Antonio (foto in basso), che più di ogni altro ha scalpitato per questa gara, provando più volte in allenamento il percorso del Ciolo.

CIOLO ROC

“Prima gara post Covid-19 – Ciolo 2020 – 28 Giugno 2020 – Primo test nazionale di corsa in montagna! Gara emozionante!! L’aria e’ carica dell’afa, tipica del nostro Salento ma la voglia di ricominciare, di fare bene, superano le avversità atmosferiche e l’adrenalina pura prende il sopravvento!! Il mio cronometro scatta, all’incirca, alle 18.00, dopo l’attesa inesorabile di circa un’ora dallo start delle 17.10 (dieci minuti di ritardo rispetto a quello previsto)!! La concentrazione e’ al top ma, sulla prima impressionante salita, rallento per non sprecare tutto all’inizio! Il mio collega Massimo D’Urso, pero’, si dimostra subito piu’ forte di me che mi raggiunge quasi subito, azzerando i 30 secondi intermedi che ci separavano (si partiva singolarmente ogni 30 secondi) e mi supera alla seconda salita! Io non demordo e supero, a mia volta, i due che mi precedevano! Le insidie sono li’ , in ogni centimetro del percorso e la concentrazione deve restare al massimo! Quando leggo il cartello che mancavano solo 500 mt. alla fine e che, rispetto alle prove di allenamento, stavo sotto con il tempo di gara, di quasi 10 minuti, non ci credevo ma, contemporaneamente, mi sono sentito veramente grande al punto che, nell’ultima ennesima salita, quella che mi porta all’arrivo al Municipio di Gagliano del Capo, riesco ancora a spingere e, a quel punto, la vittoria di aver concluso una delle gare di corsa in montagna, piu’ massacrante del mondo, mi fa toccare il cielo con le mani!!! Il risultato di 36 minuti e 10 secondi e’ un successo!! Massimo D’Urso e’ arrivato un minuto e 46 secondi prima di me, il nostro Top Runner Luciano Panico chiude con un tempo eccezionale , molto prima di noi due, guadagnandosi la posizione 27, tra gli assoluti e Massimo Costantini, chiudera’ la nostra squadra, anche lui, grazie e Dio, senza danni e felicemente!! Esperienza da ripetere perche’ questo tipo di gare podistiche, non hanno bisogno solo di potenza e resistenza, ma ancor prima, di tanta concentrazione, intelligenza, razionalita’ e obiettivita’ , nel saper sceckerare al meglio, la strada migliore da seguire per ognuno di noi, appunto, in base a quello che veramente ci possiamo permettere, senza farci prendere dall’ adrenalina, e raggiungere, finalmente, soli cosi’, il risultato sperato, con la grande e unica soddisfazione e contentezza prefissata, con orgoglio e gioia vera!!! La gioia del vero Podista che non si ferma mai di fronte agli ostacoli, sia nella corsa running che nella vita!!!”

E allora, per quel che riguarda i prossimi appuntamenti al momento ancora nulla di definito, tempo al tempo. Come detto, era importante ricominciare, rompere quest’incantesimo che ci ha tenuti bloccati tutto questo tempo, un passo alla volta e torneremo a gareggiare come Dio comanda, nella fondata speranza che certe interruzioni non si verifichino mai più.

M.C.

>>>>CLASSIFICA TROFEO CIOLO 2020

GINOSA MARINA

Domenica 1 marzo

Un solo evento sportivo da segnalare in questa domenica, e la presenza di due nostri atleti.

Biagio PANICO e Massimo COSTANTINI hanno disputato la loro terza mezza maratona dell’anno, il “XIII Trofeo dalle Gravine al Mare” a Ginosa Marina. Bella giornata di sole, circa cinquecento partecipanti.

Tutto il resto è stato caratterizzato dalle notizie riguardanti l’emergenza coronavirus, che ha causato l’annullamento della “Corri a Lecce” prevista per oggi, emergenza che speriamo cessi al più presto.

M.C.

>>>>>CLASSIFICA GINOSA

ECOTRAIL DELLE SERRE SALENTINE

Domenica 23 febbraio

Tutto sommato un successo. Il primo Eco Trail svoltosi nel paesaggio brullo e incantevole delle Serre nel cuore del Salento, tra colline e pinete, organizzato dal nostro Gruppo, ha lasciato tutti soddisfatti.

In totale 163 arrivati, non c’era da aspettarsi grandi afflussi tipo le gare su strada Salento Tour (ricordiamo gli oltre settecento partecipanti dell’ultima Corriruffano), un trail è una gara per runners “fuoristrada”, comunque, ripetiamo, è stato un successo, una bella giornata di sole e di sport. Da ripetere, indubbiamente.

Nelle foto alcuni momenti e alcuni sprazzi del paesaggio salentino

alb biag-1 ddd-1 em-1 enz peschi-1 marluc-1 paol-1 peschi-1

E del GP 2000 erano in totale trenta i presenti, un numero in linea con il trend di questo 2020, confermando una certa inversione di tendenza rispetto all’anno andato, che speriamo continui. Ricordiamo che quest’anno abbiamo ottenuto due premiazioni di società, un primo e un terzo posto.

Intanto la parola al Presidente Parrotto per il suo consueto per la consueta narrazione dell’avvenimento:

Giornata quasi primaverile, ventilata fredda a tratti lungo il percorso specialmente quello infittito dalla macchia mediterranea. Percorso ben segnalato e sorvegliato da Ivan Giovanni Luigi e Cosimo. Con la loro presenza ci hanno segnalato punti pericolosi e specialmente quelli che ci potevano portare fuori pista. Come dei veri soldatini hanno rispettato la propria postazione. Al ristoro dopo la salita della Cripta della Madonna della Celimanna, Rocco e Rudy hanno fatto la loro parte. Carlo ci ha dato quella adrenalina con la sua musica specialmente dopo la salita della Via Crucis. Alla consegna dei pettorali Massimo e Tania abili e arruolati a tale incarico. Ristoro finale Marcella Maria Anna Giovanna ed Enrica hanno fatto in modo che procedesse in modo perfetto. Omaggio floreale affidato a Marco consegnare una rosa alle donne giunte al traguardo. Maria Lucia e la sua equipe hanno diviso e confezionato le crostate in vaschette per la consegna finale agli atleti ed atlete. Un plauso particolare va a Rino per aver pazientemente confezionato tutti i premi per i primi cinque di ogni categoria e ha fatto da apri pista. Milko ha segnalato con cartelloni il percorso e come raggiungere la locascion. Infine ringrazio due stakanovisti del Gruppo che hanno dato l’anima. Quasi tutti i giorni hanno visionato e sono intervenuti dove il percorso presentava insidie e quindi pericoloso. Grazie. Ringrazio la buona stella che non si sono verificati infortuni gravi agli Atleti ed Atlete ad eccezione di qualche escoriazioni e una leggera slocatura alla caviglia. Grande Arcangelo. Infine mi scuso formalmente con Vito per i continui spostamenti con la sua amplificazione. Penso di aver fatto una figura e dato una bella immagine del nostro Gruppo. Grazie a tutti gli iscritti e simpatizzanti.
[07:08, 25/2/2020] Enzo PAR: Mi dispiace non aver nominato Daniele ed Alberto che con il loro furgone hanno trasportata tutta quella attrezzatura necessaria per la buona riuscita della manifestazione porgo umilmente le mie scuse. Grazie ragazzi.”

Un omaggio doveroso per tutti, non solo i runners che hanno gareggiato, ma anche coloro che in qualsiasi misura hanno collaborato alla buona riuscita dell’evento.

Tornando alla cronaca della gara e a proposito di premiazioni, i premi individuali non sono certo mancati oggi che correvamo in casa.

Due primi posti, cinque secondi posti, due quarti e due quinti posti. Un palmarés niente male!

Sui gradini più alti sono saliti Cecilia MELELEO (una carriera sempre più brillante la sua) e Mattia SOLIDORO, ormai ben più di una promessa.

Per Antonella VANTAGGIATO e Milena RIZZELLO due piazzamenti d’onore che confermano il loro stato di forma niente male.

Secondo piazzamento nella sua categoria anche per l’indomabile Silvio COLONA,anche lui a coronamento di una carriera fulgida e interminabile.

E i “gemelli diversi” non potevano certo stare a guardare, anche Luciano PANICO e Mauro NEGRO sono saliti sul secondo gradino, prospettando un’altra stagione di successi e di premi.

Hanno ottenuto la quarta posizione nelle rispettive categorie Rocco VANTAGGIATO e Maria Lucia VANTAGGIATO.

Per quanto riguarda le quinte posizioni (utili anch’esse per andare in premiazione), sono state appannaggio di Milko MERAGLIA (primo assoluto dei nostri, confermando le sue doti di ironman) e Alberto CRUDO.

Qui di seguito i momenti delle premiazioni

cecilia luc mattia mauro-1 milena-1 milko-1 rocco-1silvio

Erano della competizione anche due debuttanti del nostro Gruppo, vale a dire Sergio LATO  e Marco BISANTI.

Gli altri nell’ordine: Michele GIURGOLAAlberto VIVA, Rocco MORELLO, Daniele PAIANO, Massimo D’URSO, Rocco RAHO, Massimo CANTORO, Daniele D’AMICO, Emanuele RICCHIUTO, Rocco VANTAGGIATO, Biagio PANICO, Sergio CRUDO, Rocco Antonio D’AMICO, Salvatore PAPPADA’ (dopo una lunga assenza), Paolo RIZELLO, Vincenzo PARROTTOSonia PASCA.

Vincitori della competizione sono stati Marco Gerardi (ASD Castrignano de’ Greci) e Francesca Mele (Club Correre Galatina).

Arrivederci alla Corriruffano.

E si torna sui lunghi percorsi domenica 1 marzo con le Mezze Maratone di Lecce (decima edizione della Corri a Lecce) e Ginosa (XIII Trofeo dalle Gravine al Mare).

Gruppo, tocca a te!!!!

M.C.

>>>>>CLASSIFICA ECO TRAIL SERRE SALENTINE

 

 

MARTINA FRANCA

Domenica 16 febbraio.

Valle d’Itria chiama, Ruffano risponde. E risponde presente, come succede da almeno un lustro , per l’ennesima trasferta nella Valle dei trulli. Era in programma la “IV Sciot & Vnot”, gara competitiva di sedici e poco più Km, a Martina Franca.

Gara sempre più sentita, gente proveniente da tutto il Sud (e non solo) Italia.

Gruppo con al seguito mariti, mogli, figli, nipoti, genitori, cognati, per una bella domenica di sole a gustare le bellezze di questo paesaggio della nostra Puglia che non è solo mare, un paesaggio fatto di stupendi panorami di colline e verdi vallate che hanno potuto ammirare specie quelli che hanno gareggiato ed hanno percorso diversi Km fuori città, con andata e ritorno da Locorotondo.

Era in programma anche la passeggiata di 13 km, cui hanno preso parte diversi nostri tesserati.

Tanto per cominciare riportiamo (come sempre) le impressioni di questa gara del nostro “patron” Enzo Parrotto:

“Sciot e Vnot. 10 miglia su e giù in Valle d’Itria. È la prima volta che in vent’anni mi capita di di effettuare una come quella di Martina Franca.
Intrigante Avvincente Appassionante. C’era di tutto e di più. Asfalto sterrato scalinate in salita e discesa dossi e ghiaia e persino un tunnel hanno fatto da cornice in questa manifestazione. Quando pensavi che quel determinato dosso fosse finito ne iniziava un altro. Non ti dava il tempo di respirare e recuperare. Che dire del nostro gruppo, bravi bravi bravi, specialmente quando si riesce a salire sul podio per essere premiati. Miriam e Matteo i premiati. La prima è nata per vincere abituata a raggiungere certi traguardi. Il secondo il più giovane di noi è una promessa il futuro di questo Gruppo magari riuscisse ad allenarsi con continuità e riuscisse a trascinare altri coetanei a questo Sport. Concludo per domenica 23 pv tutti coinvolti alla nostra Manifestazione. Non mancate dobbiamo fare bella figura perché noi siamo il G.P.D.R.Alla partenza della competitiva di sedici Km erano schierati ventisei nostri atleti, tutti regolarmente giunti al traguardo. Un numero che speriamo sia sempre questo anche nelle gare a venire…..”

Come anticipato in questo resoconto di Vincenzo, una nota di merito spetta a due dei nostri che hanno ottenuto il terzo piazzamento nelle relative categorie, una nota non da poco, trattando si una gara con oltre duemila partecipanti.

Ennesima premiazione in carriera per Miriam ROSAFIO, terza classificata SF40.

E poi Mattia SOLIDORO, terzo nella categoria PJM, sempre più un giovanotto di belle speranze.

Nelle foto seguenti i momenti delle premiazioni

0001 mattia

L’ordine di classifica maschile dei nostri arrivati ha rispettato il copione di sempre, per quel che riguarda le primissime posizioni, vale a dire, Luciano PANICO, Mauro NEGRO (entrambi sotto l’ora e dieci), Arcangelo NEGRO, Marcello NEGRO, Biagio PANICO, al limite dell’ora e venti e dei 5 minuti a Km.

Proseguono: Daniele PASCA, Alberto CRUDO, Emanuele RICCHIUTO, Alfredo CIULLO, tutti questi sotto l’ora e venticinque. e ben al di sotto dei 5 e trenta.

Quindi i “meno giovani” (per modo di dire), Sergio CRUDO, Daniele D’AMICO, Rocco VANTAGGIATO, Rocco Antonio D’AMICO, sotto i sei a Km.

E ancora, Massimo COSTANTINI, Giovanni FERRARO, Vincenzo PARROTTO, Alessandro MERAGLIA, Vittorio BELLUCCI.

Passiamo dunque alla classifica “rosa”, erano sette le nostre ragazze.

Oltre alla già menzionata Miriam, c’erano Milena RIZZELLO, Angela D’AMICO, Antonella VANTAGGIATO, Sonia PASCA, Maria Lucia VANTAGGIATO, e per finire Catia RIZZELLO, che ha concluso la sua fatica al di sotto delle due ore.

Vediamo ora una sequenza delle scene di ”disperazione” (😜😊🙃😀) sul salitone finale che ha condotto all’arrivo

ang ant chica enz fred giov mar marcello

Qui invece un paio di atlete affaticate e felici

affaticate

Al termine tutti in trattoria, ad abbuffarsi e a scanzonare a suon di chitarra, quindi viaggio di rientro e……caviglie gonfie e doloranti. Prevedibilissimo dopo tante discese ardite e risalite, d’altronde il gioco è valso la candela per una splendida giornata di domenica indimenticabile, pazienza se alcuni muscoli non son d’accordo.

Ora, come diceva prima Vincenzo, il momento della verità, il nostro momento, di domenica prossima con il nostro Trail delle Serre Salentine, una scommessa speriamo vincente, visto che certe gare dure e impegnative sono sempre più sentite, con l’auspicio quindi che a Ruffano si presentino un bel pò di questi atleti, alcuni con caratteristiche di “ironman”.

Dunque tutti noi al lavoro per una gestione e organizzazione efficiente.

M.C.

>>>>>CLASSIFICA MARTINA FRANCA