cav4

CAVALLINO, II TROFEO DEI MESSAPI

Cavallino, domenica 8 ottobre. Bellissima mattinata trascorsa nella patria di Sigismondo Castromediano, patriota e letterato dell’800, per il Gruppo Podistico 2000. Una giornata di puro e sano divertimento, allegria e spensieratezza per i nostri 23 partecipanti a questa penultima prova Salento Tour.

Sul piano sportivo il merito principalmente va a Miriam Rosafio, salita sul podio per il premio di categoria, a dispetto della sciatica che due settimane addietro la tormentava, per cui aveva previsto un lungo stop (un anno ferma diceva!), invece eccola qua a ritirare per l’ennesima volta il meritatissimo premio.

miriam

Miriam Rosafio in premiazione

 

Da segnalare anche il grande impegno profuso da Roberta Frisullo, Vittorio Bellucci e Alessandro Meraglia, protagonisti di un lungo di 20 km prima della gara, e poi della gara stessa, per un totale complessivo di quasi 30 km. Che atleti!

Ma è stato nel dopo gara che il Gruppo si è ritrovato al bar a passare una mezz’ora di puro gaudioso entusiasmo ed euforia. Intanto, per festeggiare il compleanno ed il ritorno di Emanuele Ricchiuto (Ric per gli amici, ma soprattutto per le amiche), che ha offerto a tutti un rinfresco con stuzzichini, birra e aperitivo, e con Marcello Negro che faceva la parte del mattatore (“Ricchiuto favorisci che è tutto pagato….”), e si sa che, in presenza di Ricchiuto, Marcello si esalta particolarmente con battute e performance, e diviene l’animatore del Gruppo tanto da organizzare degli eventi fuori programma, come oggi. Ma è soprattutto grazie a loro, le nostre podiste eccezionali e fantastiche , che il Gruppo si è ritrovato sempre più unito e voglioso di stare tutti insieme. Al bar erano presenti le cugine Rizzello, Milena e Catia, la già citata Miriam, e poi Claudia Aprile e Lucia Falcone (euforica come sempre, ma oggi ancora di più, visto che ha realizzato il suo miglior tempo di quest’anno sulla distanza). Le ragazze hanno creato un’atmosfera di grande divertimento, a forza di sorrisi, battute, selfie, si sono abbronzate con l’iphone e sbizzarrite con tanti like ad ogni post. Ed infine, prima di congedarci, una foto dei protagonisti di questa mattinata felice, in fila indiana sotto un arco del centro storico di Cavallino.

WhatsApp Image 2017-10-08 at 14.01.30

Un Gruppo meraviglioso, davvero, ed io, se posso dire la mia, sempre più felice di farne parte, sono Ruffanese d’adozione grazie ad esso, questo è il mio Gruppo, anzi il nostro Gruppo, anzi la nostra famiglia. Perché noi il Gruppo lo interpretiamo così, anzi lo viviamo così. E in questo Gruppo io ci sto! Ci metto la faccia, ci metto la testa, ci metto il mio cuore. Tanto per parafrasare uno spot che attualmente va in onda sui media nazionali, che ben si adatta al motto di ogni tesserato che ama il Gruppo e lo ama veramente: CI METTO LA FACCIA, CI METTO LA TESTA, CI METTO IL MIO CUORE.

E dopo aver narrato quella che sembra una fiaba nel paese delle meraviglie ma che in realtà è tutto vero (grazie a Dio!), andiamo a scrivere la cronaca della gara odierna, manifestazione benefica a favore del progetto “Bimbulanza” (l’ambulanza dei bimbi), gara risoltasi al fotofinish, con Giammarco Buttazzo che dopo tante vittorie si è arreso a Njie Nfamara, atleta di colore dell’Amatori Corigliano, e con l’imbattuta Luana Boellis della Mandra Calimera tra le donne.

E del GP 2000, oltre ai già menzionati e menzionate, ai nastri di partenza e di arrivo c’erano Milko Meraglia, Mauro Negro, Alessandro Sarcinella, Arcangelo Negro, Carlo Giurgola, gli sprinter Sergio Falco e Daniele Paiano prima, e Massimo Costantini e Giovanni Ferraro poi, quindi a seguire i due Rocco Antonio, D’Amico e Raho, Fernando Rizzello, e Lucia Cavallo che ha completato il quadro femminile.

cav2

    Milko Meraglia alla partenza

 

cav3

   Vittorio Bellucci, Lucia Cavallo

Sul fronte pista si è distinto ancora Rocco Antonio D’Amico, già campione regionale, che sabato 7 ha conquistato anche il doppio titolo di campione provinciale sui 200 e 800 mt.

vWhatsApp Image 2017-10-07 at 17.44.11

Rocco Antonio D’Amico

Archiviata questa grandiosa e fiabesca giornata di sport e di ricreazione, domenica di scena l’ultima tappa Salento Tour nella vicina Parabita, con una delle gare più suggestive che offre il calendario in provincia, la pittoresca “Scalata delle Veneri“, cioè della Collina di Sant’Eleuterio, il punto più alto del Salento con panorami stupendi e mozzafiato. Saranno premiati i primi e le prime tre di ogni categoria. C’è da scommettere in una presenza ancora più fitta dei nostri runners, per poter passare un’altra mattinata ancora più bella per onorare l’attaccamento alla nostra maglia e la gioia di far parte del Gruppo. CI METTO LA FACCIA CI METTO LA TESTA CI METTO IL MIO CUORE. E CI METTO LE GAMBE!

 

M.C.

 

>>>>>CLASSIFICA CAVALLINO