Regolamento Interno

REGOLAMENTO APPROVATO DALL’ASSEMBLEA DEI SOCI 02/2016 del 3 agosto 2016.

Tutte quelle regole e situazioni non specificatamente  contemplate nello STATUTO , è possibile trovarle nel seguente documento, come specificato nell’articolo 16 punto d) dello stesso STATUTO SOCIALE.


  REGOLE GENERALI DI VITA ASSOCIATIVA

1.  Ogni socio del Gruppo Podistico Duemila dichiara di essere a conoscenza dello STATUTO SOCIALE e del presente REGOLAMENTO INTERNO

2.  Essere Socio del Gruppo Podistico Duemila non obbliga nessuna partecipazione ad eventi, allenamenti e attività associative.

3.  Vengono considerati COMPORTAMENTO SCORRETTO

  • La non sportività durante le manifestazioni sportive;
  • L’esasperazione generale delle situazioni ;
  • Tutto ciò che non rientra nelle caratteristiche generali dell’educazione civica.
  • Tutto ciò che viola le regole dello STATUTO SOCIALE e del presente REGOLAMENTO.

4. L’Associazione addebita eventuali sanzioni che  le vengono combinate dagli organi federali, ai soci che si sono resi protagonisti della trasgressione che ha scaturito la sanzione. I soci responsabili saranno dovuti a pagare per intero importo della multa.

5.   I componenti del CONSIGLIO DIRETTIVO si impegnano a non ricoprire altre cariche analoghe in altre associazioni e di non presentare candidature per elezioni amministrative e politiche e ne a ricoprire ruoli di pubblica amministrazione. In caso contrario si procede alla sostituzione del componente convocando l’Assemblea dei soci.

     TESSERAMENTO E TRASFERIMENTO

6.  Il costo del tesseramento è di 35€ all’anno. E può essere effettuato dall’apertura annuale dei tesseramenti, fino al 14 novembre dell’anno corrente.

7. Il tesseramento dopo il 31 agosto offre all’atleta la possibilità di usufruire di un credito di €15.00 per la partecipazione alle gare del SALENTO TOUR da effettuare nell’anno corrente (delibera dell’assemblea 01/2016)

8.  Il trasferimento di un atleta che l’anno precedente apparteneva ad un altra società della regione Puglia, è vincolato dall’anticipo di €35.00 in quote di iscrizioni di gare del SALENTO TOUR da effettuare nell’anno corrente. L’importo non utilizzato non verrà reso (delibera dell’assemblea 01/2016).

9.  Il trasferimento di un atleta che l’anno precedente apparteneva ad un altra società fuori regione Puglia, è vincolato dall’anticipo di €50.00 in quote di iscrizioni di gare del SALENTO TOUR da effettuare nell’anno corrente. L’importo non utilizzato non verrà reso (delibera dell’assemblea 01/2016).

   ISCRIZIONI ALLE GARE

10.  Con la richiesta di iscrizione un socio dichiara di essere a conoscenza del  regolamento della gara in cui si è iscritto.

11. Le iscrizioni a tutte le gare del SALENTO TOUR e alla maggior parte delle gare provinciali vengono effettuate dal presidente tramite portale online predisposto o compilazione dei moduli di iscrizione di società.

12.  Per prenotare l’iscrizione ad una gara, è necessario aver versato l’importo prima della data della scadenza. Non è possibile effettuare iscrizioni dopo la data della scadenza riportata nei regolamenti.

13.  La gara in cui si viene iscritti e non si partecipa, va comunque pagata e la quota non è rimborsabile. Per i casi descritti dai punti 6  7  e 8, vengono annullate le condizioni di accordo/offerta e deve essere versata nuovamente la relativa quota gara. Eventuali pacchi gara dovranno essere recuperati dai diretti interessati contattando Vittorio al 3395863459

14.  Le quote possono essere versate nei seguenti punti.

  • Salone FIORITO CAPELLI corso Margherita di Savoia (di fronte a Municipio) a Ruffano
  • Salone LE CAPPA , piazzetta Frisullo a TorrePaduli
  • Videoteca GIURGOLA CARLO, via Trieste a Ruffano
  • E’ possibile anticipare un fondo cassa contattando Alessandro al 3491928121

15.  Si prega di non chiedere l’anticipo di quote di iscrizioni

16.  Le iscrizioni ad eventi in cui non viene richiesta la specifica responsabilità del presidente della società possono essere gestite dal singolo atleta, purchè siano indipendenti dalle iscrizioni di società e non comportino la responsabilità civile e penale del presidente.

17.  Il costo della spesa bonifico bancario è a carico dell’associazione nel caso di

  • iscrizioni di società con oltre 20 atleti per tutte le gare nazionali.
  • iscrizioni per tutte le prime scadenze delle gare provinciali. Per prima scadenza di intende la data in cui è valida l’offerta più vantaggiosa del costo del pettorale.

Diversamente la spesa di commissione è a carico degli atleti interessati.

 PARTECIPAZIONE ALLE GARE

18.  Il raduno pre partenza di tutte le gare in provincia di Lecce, viene fatto generalmente un’ ora e mezza prima dell’orario dello START, in Corso Margherita di Savoia, vicino alla Farmacia Comunale a Ruffano.

19.  Lo spostamento è a carico degli atleti che si possono organizzare con i mezzi propri, avendo magari il buon senso di effettuare il turno per l’utilizzo dei mezzi di trasporto. E’ consentito accordo tra i soci e organizzazione per gruppi, auto da utilizzare e contributi spesa carburante tra i soci stessi, a discrezione degli automobilisti

20.  Il ritiro dei pettorali viene fatto da un componente dello staff o da un delegato nominato dallo staff.

21.  La consegna dei pettorali viene fatta entro mezz’ora prima dello START. Nel momento della consegna, il presidente o il delegato può chiedere l’esibizione del CERTIFICATO MEDICO ad atleti iscritti. La richiesta verrà comunque notificata il giorno precedente. Superata la mezz’ora di tempo dallo Start, i pettorali non distribuiti verranno consegnati al comitato organizzatore dell’evento.

22. Si raccomanda di partecipare alle gare ufficiali indossando il vestiario che eventualmente è stato consegnato dall’Associazione.

23. E’ vietato partecipare alle gare senza iscrizione e senza pettorale.

24.  Si raccomanda un comportamento corretto durante tutta la trasferta della gara, avendo il massimo rispetto per la località che ci ospita e per i cittadini ospitanti, nonchè per gli organizzatori , per  gli addetti ai lavori e soprattutto per  tutti gli altri concorrenti.

25. E’ sconsigliato e inopportuno  lamentarsi o contestare organizzatori, giudici, addetti ai lavori e altri concorrenti. Nessun socio è tenuto a prendere iniziative per avanzare proteste di alcun tipo. Eventualmente può riferire al nostro presidente che deciderà possibilità e  modalità di reclami nelle sedi opportune.

 COMUNICAZIONI E SOCIALS.

GRUPPO WATHSAPP.

Premessa. L’utilizzo di questo mezzo di comunicazione ha lo scopo di fornire scambio di informazioni utili ai soci con appuntamenti di allenamento, gare, consigli, richieste, sondaggi,  opinioni, ecc.

Il tutto è affidato al buon senso di ogni membro, che deve intuire che in un gruppo con oltre 50 utenze, se ogni soggetto  esterna un saluto, una burla,  uno scherzo,  un messaggio di auguri, ecc, si avrebbe una raffica di notifiche dell’applicazione, con conseguente fastidio verso alcuni altri membri. Questo non vuol dire censurare o soffocare il senso di divertimento, allegria o entusiasmo di un contesto di svago, ma bensì  ricercare ed ottenere il giusto equilibrio e la correttezza di utilizzo del mezzo. Lo staff o l’amministratore non ha ne l’intenzione e ne la facoltà di bloccare esternazioni di componenti, ma può delineare alcune linee guida per il  corretto utilizzo.

26.  Ogni membro dichiara di essere l’unico utilizzatore della sua utenza e si dichiara responsabile di ogni pubblicazione.

27.  Sono vietate pubblicazioni che non rispettano i punti 3 e 25  di questo Regolamento.

28. Sono vietate pubblicazioni di carattere politico e religioso, e tutto ciò non conforme all’articolo 2 dello STATUTO SOCIALE.

29. Ogni socio può abbandonare e richiedere di essere inserito nei membri quando lo ritiene opportuno.

30. Si raccomanda ai membri di essere sintetici e seri nelle situazioni di estrema necessità o importanza per l’associazione, come in caso di sondaggi o comunicazioni relative ad organizzazione di eventi, quando la quantità di pubblicazioni è particolarmente  elevata.

31. Evitare se è possibile pubblicazioni dalle ore 22 alle ore 6.

PREMIAZIONI INTERNE PER ASSOLUTI E MASTER (da 18 anni in su)

Premessa. Le premiazioni interne hanno esclusivamente lo scopo di motivare la partecipazione alle attività associative, esse in alcun modo devono essere considerate forma di riguardo o al contrario di emarginazione per soci meno attivi, nel massimo rispetto del punto 2 del presente REGOLAMENTO.

33. Il criterio di premiazione non tiene conto delle doti, preparazione e capacità atletiche dei soci, ma bensì alla quantità, presenza e partecipazione alle attività sociali.

34. In base alla possibilità del bilancio e senza nessuna “garanzia” , verranno premiati “simbolicamente” i soci che risultano più attivi con trofei, gadget o beni alimentari in base al seguente ordine e priorità:

a) Atleta femminile con più km di gara effettuate in un anno solare.

b) Atleta maschile con più km di gara effettuate in un anno solare.

c) Atleta femminile che ha partecipato a più eventi in un anno solare.

d) Atleta maschile che ha partecipato a più eventi in un anno solare.

f) Atlete e atleti  piazzati al secondo e al terzo posto della classifica interna nei relativi sessi. 

g) Atlete e atleti che hanno effettuato le 12 tappe del SALENTO TOUR e la tappa del CAMPIONATO PROVINCIALE DI CORSA SU STRADA (che assegna punteggio SALENTO TOUR alla Società), purchè non siano rientrati nella lista premiati del torneo.

I premi non sono cumulabili.

DISTRIBUZIONE VESTIARIO

35) Il vestiario standard degli associati è composto attualmente dai seguenti capi

  • divisa gara
  • tuta
  • divisa estiva pre gara
  • giubbotto (da realizzare)

36) La distribuzione del vestiario è vincolata ad una meritocrazia, affinchè si eviti che nuovi e non attivi soci, ottengano capi senza utilizzarli e magari privandone a futuri tesserati.

37) Il criterio per la distribuzione dei capi parte da una base che prevede la l’aver percorso un minimo di 50km di gare ufficiali a capo oppure anticipando una cauzione di €20.00 a capo. Il primo vestiario che potrà essere distribuito è la divisa gara, successivamente, conquistate le credenziali, ogni socio può scegliere tra le restanti soluzioni. I soci che versano la cauzione, avranno diritto al rimborso di €20.00 ogni 50km di gare ufficiali concluse. Se al termine dell’anno solare, non vengono raggiunti i km utili al rimborso, il socio perde l’importo della causale che non verrà mai più restituito.  I soci che superano i 300 km di gare nell’arco dell’anno hanno il diritto di ottenere una nuova divisa di gara, senza nessuna cauzione.

38) La distribuzione ai soci è vincolata dalla somma dei km percorsi negli ultimi 2 anni dalla data in cui l’Associazione reperisce il capo vestiario da distribuire.

39) I soci trasferiti,  qualora dimostrano che l’ultimo anno hanno percorso almeno 100km di gare ufficiali, hanno diritto alla divisa gara senza versare la cauzione. Per gli altri capi la distribuzione è regolata come descritto nei punti 37 e 38.

40) Hanno diritto a 2 capi vestiari a scelta, senza obbligo di attività, i soci che rispondono alle seguenti caratteristiche:

  • Soci fondatori, purchè tesserati nell’anno in cui viene reperito il capo vestiario
  • Presidente Onorario
  • Soci tesserati da almeno 10 anni consecutivi, purchè tesserati anche nell’anno in cui viene reperito il capo vestiario.

Per ottenere il restante vestiario bisogna avere i requisiti dei punti 37 e 38.

 


Ruffano 4, agosto 2016

Ultimo aggiornamento con delibera dell’assemblea 03/2016 del 29 dicembre 2016

 

 

Il Presidente

Maria Lucia Vantaggiato